Regione Lombardia

Lotta alle zanzare: emessa un'ordinanza che prescrive i comportamenti da tenere

Pubblicato il 9 maggio 2018 • Ambiente

Come ogni anno, nell’imminenza della stagione calda, il Comune ha emesso un’ordinanza che mette a punto una serie di misure per contrastare la proliferazione delle zanzare e, in particolare, della zanzara tigre.

Per la prevenzione ed il controllo dell'infestazione nel territorio comunale, i cittadini sono invitati a:

  1. non abbandonare oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensione dove possa raccogliersi acqua piovana, ivi compresi pneumatici, bottiglie, bidoni, lattine, barattoli e simili;
  2. procedere alla sostituzione periodica, almeno settimanale, dell'acqua raccolta in sottovasi, secchi, bacinelle, annaffiatoi, cisterne ecc., e di provvedere alla loro accurata pulizia;
  3. provvedere ad ispezionare, pulire e trattare periodicamente le caditoie per la raccolta dell'acqua piovana, presenti in giardini e cortili privati e possibilmente, in assenza di precipitazioni, dotarli di reti antizanzare; l'acqua presente nelle caditoie di raccolta delle acque meteoriche dovrà essere trattata con prodotti di sicura efficacia larvicida o adulticida.
    La documentazione di acquisto de prodotti usati o l'attestazione dell'avvenuto trattamento rilasciata dalle imprese dovrà essere conservata allo scopo di poter essere esibita in caso di controlli. Indipendentemente dalla periodicità il trattamento deve essere praticato dopo ogni pioggia pulendo i tombini prima di iniziare il trattamento larvicida;
  4. introdurre filamenti di rame nei piccoli contenitori d'acqua che non possono essere rimossi ,quali i vasi portafiori dei cimiteri, o sabbia fino al completo riempimento nel caso di contenitori di fiori finti;
  5. introdurre nelle fontane e nei laghetti ornamentali pesci larvivori, tipo pesci rossi;
  6. assicurare lo stato di efficienza degli impianti idrici dei fabbricati, dei locali annessi e degli spazi di pertinenza, onde evitare raccolte d'acqua stagnante anche temporanee;
  7. coprire con teli di plastica o zanzariere i bidoni contenenti acqua piovana da utilizzare per l'irrigazione degli orti, i quali possono originare focolai massivi di zanzare;
  8. controllare che grondaie e caditoie non siano otturate.

In allegato il testo completo dell’ordinanza emessa.

 

Ordinanza zanzare 2018

Allegato 226.00 KB formato pdf
Scarica