Allerta meteo con codice arancione per rischio vento forte

Pubblicato il 3 febbraio 2020 • Protezione Civile

Diramata dalla Protezione Civile regionale l’allerta meteo per rischio  vento forte con Codice Arancione (criticità moderata).

SINTESI METEOROLOGICA

Una saccatura di origine nordatlantica entrerà sull’Europa Centrale nella sera di oggi, lunedì 03/02, spostandosi verso sud ed iniziando ad interessare il Nord Italia dalla prossima notte, apportando deboli nevicate sulla fascia alpina e forti venti anche a carattere di foehn.
Sulla Lombardia è prevista una prima fase acuta tra la mattinata e il primo pomeriggio di domani 04/02, con ventilazione prevalentemente da ovest nei bassi strati e contributo favonico solo parziale, in presenza di nevicate sulle Alpi orientali. Dopo una irregolare attenuazione dei venti nella serata del 04/02 e nella notte successiva, il flusso si orienterà da nordovest con un nuovo rinforzo dei venti sulla Lombardia fino al primo pomeriggio di mercoledì 05/02. Poi si avrà lo spostamento graduale della perturbazione verso est, con correnti settentrionali secche e di debole intensità.
Tutto l'evento sarà accompagnato in alta quota da venti forti o molto forti diffusi su tutta la regione (70-110 km/h oltre 2500-3000 metri slm). A bassa quota invece i primi rinforzi si avranno sull’Oltrepò Pavese a partire dalla serata di oggi 03/02, con intensificazione tra la successiva notte ed il mattino di domani 04/02: al di sopra dei 300 metri slm sono previsti rinforzi da sudovest e poi ovest, con velocità medie tra 30 e 45 km/h e raffiche fino a 55-70 km/h. Dal mattino di martedì 04/02 invece si avranno estesi rinforzi da nordovest su tutta la parte occidentale della regione, in successiva rapida estensione anche alla pianura orientale (velocità medie orarie tra 20 e 50 km/h e raffiche tra 40 e 70 km/h). In questa fase sui rilievi centro-orientali si portranno avere comunque venti forti anche in valle, ma il contributo principale sarà oltre i 1200-1500 metri e sui versanti esposti.
Per la giornata di domani 04/02 attese inoltre deboli nevicate da nord sulla fascia alpina, con accumuli diffusi e massimi sulla zona di confine, fino a 15 cm nella parte più settentrionale oltre 1000 metri, tra 1 e 5 cm sparsi su Orobie ed Alta Valcamonica.
Dal pomeriggio di domani 04/02, calo dello zero termico tra 1000 e 1400 metri, con possibili nevicate o nevischio anche a quote inferiori, ma prevalentemente limitate al versante retico.

Si  conferma inoltre un aumento del pericolo incendi boschivi sui settori occidentali e una graduale estensione anche sui settori centro-orientali della regione già dal pomeriggio di martedì 04/02.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti consultare il sito internet www.allertalom.regione.lombardia.it