Regione Lombardia

Avvisi di accertamento per gli anni 2013, 2015 E 2016: fino ad oggi su 2484 posizioni solo 55 sono risultate regolari, in arrivo il premio per chi è in regola con i pagamenti

Pubblicato il 15 ottobre 2018 • Tributi

Pagare tutti per pagare meno: questo è l’obiettivo che l’Amministrazione di Cormano si è prefissa attraverso la lotta all’evasione.

 

Nel mese di settembre è stato emesso il ruolo della TARI che ha comportato la consegna di 2484 avvisi di accertamento relativi agli anni  2013, 2015 e 2016.

 

L’emissione dei ruoli comporta sempre qualche disagio per i cittadini, perché è inevitabile che quando si gestiscono numeri così importanti ci possano essere errori. Ma solo 55 su 2484.sono state ad oggi le pratiche che risultavano già pagate.

 

Con questo invio si è concluso il lavoro di verifica relativo a tutti gli anni precedenti rispetto  a quello di esercizio, portando di fatto in pari la verifica anno su anno. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di verificare in corso d’anno il mancato pagamento della tassa rifiuti: sono stati inviati per il 2018 circa 2000 solleciti bonari, per un totale di non pagato di  circa € 460.000. Riuscire a verificare in tempo reale l'anno in corso è un traguardo che è stato raggiunto con un grande lavoro da parte degli uffici.

 

Comprensibile il disagio per il cittadino nel dover dimostrare di aver già pagato la tassa rifiuti recandosi allo sportello o inviando documentazioni via mail e per questo gli uffici comunali lavorano giornalmente perché il margine di errore si riduca il più possibile, ma l'obiettivo è contrastare chi non partecipa alle spese che riguardano la collettività, perché il mancato pagamento significa un maggiore pagamento da parte di tutti.

 

E’ per questo, che in questi giorni L’Amministrazione Comunale sta anche lavorando per mettere in campo la premialità per coloro che sono in regola con i pagamenti negli ultimi 5 anni.

 

Infatti, con l’emissione della TARI per l’anno 2019, i cittadini in regola si troveranno una riduzione della tariffa del 5%.

 

Il Comune di Cormano continuerà  nel lavoro di sollecito e riscossione, certo che questo porterà un beneficio a tutta la comunità cormanese.