Da domani si potrà uscire di casa solo indossando la mascherina o comunque con una protezione su naso e bocca

Pubblicato il 4 aprile 2020 • Salute


Si inaspriscono le misure di contenimento del contagio da coronavirus in Lombardia, la nuova ordinanza del governatore Attilio Fontana che entrerà in vigore domani . Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l'obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani. Ecco le principali disposizioni. Si rinvia comunque alla lettura dell’ordinanza.

Spostamenti, presenza di persone in luoghi pubblici e attività all’aperto e sportive

A) Ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottare tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

B) ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e temperatura corporea superiore a 37,5 C è fatto obbligo di rimanere presso l’abitazione in cui ha la propria dimora, residenza o domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;

C) resta consentito svolgere individualmente attività motoria nelle immediate vicinanze dell’abitazione in cui ha la propria dimora, residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri e nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

D) nel caso di uscita dalla propria abitazione con l’animale di compagnia per le sue necessità fisiologiche, la persona è obbligata a rimanere nelle immediate vicinanze dell’abitazione in cui ha la propria dimora, residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri e nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

E) sono vietati gli assembramenti di più di 2 persone nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Commercio al dettaglio

A) In aggiunta alle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1 del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, sono consentite le seguenti:

● Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio

esclusivamente all’interno degli esercizi commerciali di cui al predetto

allegato 1 del D.P.C.M. dell’11 marzo 2020;

● Commercio al dettaglio di fiori e piante, esclusivamente con la modalità della consegna a domicilio, in relazione a quanto previsto dall’art. 1, comma 1 lett. f) del D.P.C.M. del 22 marzo 2020.

La vendita dei prodotti rientranti nelle seguenti categorie merceologiche:

● computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni,

elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici in esercizi non

specializzati,

● apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati,

● articoli per l'illuminazione,

● ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico,

● ottica e fotografia

è vietata nei giorni festivi e prefestivi;

https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/6a3b830a-6a95-46dc-948b-f8aba98e6146/Ordinanza+regionale+n.521+del+4+aprile+2020.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-6a3b830a-6a95-46dc-948b-f8aba98e6146-n56mEK4