Aggiornamento sulle misure varate in data 21 e 22 marzo da parte del Sindaco Luigi Magistro con riferimento al nostro territorio

Pubblicato il 21 marzo 2020 • Salute

21 Marzo 2020: il Governo ha varato nuove misure per il contenimento dell' epidemia e la nuova ordinanza del Presidente di Regione Lombardia nello stesso giorno amplia le decisioni del Governo con ulteriori interventi. In data odierna, 22 marzo, nuova ordinanza sugli spostamenti di concerto tra Ministero della Salute e Ministero dell'Interno.

Le indicazioni del Sindaco Luigi Magistro con riferimento al nostro territorio:

divieto di accesso in tutti i parchi e tutti i giardini di Cormano comprese le aree giochi. Sarà proibito entrare anche nelle aree verdi non recintate;

divieto di praticare sport e attività motorie svolte all'aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni.

divieto di assembramento nei luoghi pubblici – fatto salvo il distanziamento – e conseguente ammenda fino a 5mila euro;

divieto di stazionamento nelle aree private ad uso pubblico, ivi compresi gli spazi condominiali;

possibilità di approvvigionamento dei prodotti rientranti nelle categorie espressamente previste dal DPCM 11.03.2020, ed in particolare di generi alimentari e farmaceutici, esclusivamente a cura di un solo componente per nucleo familiare evitando accessi quotidiani alle attività commerciali ;

Ai supermercati, alle farmacie, nei luoghi di lavoro, si raccomanda a cura del gestore/titolare di provvedere alla rilevazione della temperatura corporea.

obbligo, nel caso di uscita con l'animale di compagnia per le sue necessità fisiologiche, a rimanere nelle immediate vicinanze della residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri, con obbligo di documentazione agli organi di controllo del luogo di residenza o domicilio;

chi dispone di un’area cani all’interno dei 200 metri deve attenersi alle seguenti regole : limite di 2 persone per volta e per un massimo di 10 minuti pro capite e a condizione che il detentore sia in grado di dimostrare, nel caso di controllo, la proprietà dell’animale o sia in possesso di autocertificazione riportante giustificato motivo della conduzione;

divieto di ogni spostamento nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono proseguono tali giorni, verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza;

sospensione dell’attività degli Uffici Pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;

sospensione delle attività artigianali non legate alle emergenze o alle filiere essenziali;

sospensione del mercato del venerdi di Via Europa e del sabato di Piazza Berlinguer;

sospensione delle attività inerenti ai servizi alla persona;

chiusura delle attività degli studi professionali salvo quelle relative ai servizi indifferibili e urgenti o sottoposti a termini di scadenza;

fermo delle attività nei cantieri edili. Sono esclusi dai divieti quelli legati alle attività di ristrutturazione sanitarie e ospedaliere ed emergenziali, oltre quelli stradali, autostradali e ferroviari;

chiusura dei distributori automatici cosiddetti ‘h24′ che distribuiscono bevande e alimenti confezionati;

Da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. 


COSA RESTA APERTO

Restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.
Ai supermercati, alle farmacie, nei luoghi di lavoro, a partire dalle strutture sanitarie e ospedaliere, si raccomanda a cura del gestore/titolare di provvedere alla rilevazione della temperatura corporea.
Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, valgono le prescrizioni su distanziamento degli utenti contenute nelle due ordinanze regionali già in vigore;