Il sostegno di Gruppo Cap al Comune di Cormano

Pubblicato il 29 aprile 2020 • Ambiente

Il Consiglio di Amministrazione di Cap Holding, in data 20 aprile 2020, ha deciso di erogare una liberalità in denaro a beneficio dei Comuni a sostegno delle misure di contrasto dell'emergenza epidemiologica da Covid19. Più nel dettaglio si tratta di 8,2 milioni destinati alle amministrazioni comunali, in base all’impatto della pandemia ed al numero degli abitanti per dare risposte immediate ai bisogni della cittadinanza e 1,8 milioni che saranno destinati invece agli ospedali pubblici del territorio.
La somma stanziata a favore del Comune di Cormano destinata al sostegno delle attività in contrasto all’emergenza epidemiologica ammonta a € 74.491,26 .

Il Presidente di Cap Holding Alessandro Russo: «Il territorio in cui opera Cap è particolarmente colpito dalla pandemia, con impatti, diretti e indiretti, sul tessuto sanitario, sociale ed economico drammatici. Di fronte a questa emergenza il ruolo dei comuni si è dimostrato essenziale e lo sarà ancora di più nella fase del sostegno alle fasce deboli e nella ripresa delle attività. Gruppo Cap, mai come in questo momento, attraverso la gestione del servizio idrico, attività che non si è mai interrotta, è vicino alle amministrazioni che ogni giorno gli danno fiducia. Potevamo scegliere di chiuderci in noi stessi, di preservare gelosamente liquidità e risorse aziendali, per tutelare i nostri confini. Abbiamo deciso il contrario. La nostra è un’azienda solida e i conti sono in assoluta sicurezza. Essere sensibili, come dice il nostro Piano di sostenibilità, è dunque per noi un dovere prima che un obiettivo strategico. Significa per noi essere parte di una comunità. Per questo fin dall’inizio dell’emergenza abbiamo introdotto un programma di sostegno in favore degli stakeholder, dei fornitori e dei dipendenti. Abbiamo da subito attivato misure di sostegno al reddito in modo da garantire il lavoro e la stabilità occupazionale di tutti i dipendenti che a causa dell’epidemia in corso non hanno più potuto lavorare o hanno potuto farlo in maniera ridotta. Inoltre, abbiamo adottato alcuni strumenti di natura finanziaria e gestionale per mettere in sicurezza i conti aziendali, riducendo i costi e preparando l’azienda per la ripartenza degli investimenti nella seconda parte dell’anno e nel 2021. A ciò si aggiungono le diverse misure che abbiamo avviato in favore dei fornitori, accelerando anche oltre i tempi di legge i pagamenti, fornendo assicurazioni gratuite per le anticipazioni e autorizzando avanzamenti dei lavori anche in deroga ai contratti; in favore dei propri clienti, posticipando le scadenze dei pagamenti; in favore dei propri dipendenti, attraverso un forte incremento dello smart working».