In vigore dal 1° gennaio 2021 il Canone Unico: di cosa si tratta e le scadenze di quest’anno

Pubblicato il 24 febbraio 2021 • Tributi

La Legge 160 del 27 dicembre 2019 (commi dall’ 816 all’836) ha stabilito che i Comuni, le Province e le Città metropolitane dovevano istituire il Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, in sostituzione del prelievo sull’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP o COSAP), dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, del Canone per l'installazione dei mezzi pubblicitari, nonché del Canone di cui all' articolo 27, del Codice della strada entro il 31 dicembre 2020.

L’atteso rinvio alla suddetta scadenza non c’è stato, pertanto dal 1° gennaio 2021 il Canone Unico sostituisce:

  • il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP);

  • l’imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni;

  • il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari;

  • il canone di cui all’art. 27, commi 7 e 8, del D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 (codice della strada);

  • qualunque canone ricognitorio o concessorio previsto da norme di legge e dai regolamenti comunali e provinciali.

La Giunta Comunale ha definito le scadenze, per l’anno 2021, dell’esordiente “Canone Unico” come segue:

  • 1^ RATA: 30 APRILE 2021

  • 2^ RATA: 31 LUGLIO 2021

  • 3^ RATA: 31 OTTOBRE 2021

  • 4^ RATA: 31 DICEMBRE 2021

Sarà cura dell’Amministrazione comunale inviare a domicilio gli avvisi di pagamento anche attraverso Società esterna appositamente incaricata.