ORDINANZA N. 555 DEL 29.5.20 DI REGIONE LOMBARDIA: DISPOSIZIONI DAL 1 GIUGNO

Pubblicato il 31 maggio 2020 • Salute

Ecco una sintesi delle disposizioni che interessano il territorio di Cormano a partire da lunedì 1 GIUGNO a seguito dell'Ordinanza n. 555 del  29.5.2020 della Regione Lombardia, delle disposizioni del Governo in vigore e delle ordinanze del Sindaco.

SPOSTAMENTI

E’ possibile spostarsi all’interno del territorio regionale senza alcuna limitazione. Non ci sono limitazioni sul numero delle persone che si possono incontrare contemporaneamente, permane però il divieto di assembramento e l’indicazione di mantenere la distanza interpersonale.

Fino al 2 giugno compreso rimangono vietati gli spostamenti verso altre Regioni, se non per esigenze lavorative, di assoluta urgenza, per motivi di salute o negli ulteriori casi individuati con provvedimenti adottati ai sensi dell’art. 2 del DL n. 19 del 2020. È in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Per gli spostamenti verso altre regioni è necessario portare con sé l’autocertificazione.

A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti interregionali possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale.

Per le persone sottoposte a quarantena o che presentano sintomi da infezione respiratoria o febbre maggiore di 37.5 °C resta il divieto assoluto di muoversi dalla propria abitazione o dimora fino al momento in cui non viene accertata la guarigione.

MASCHERINE

Rimane l’obbligo di utilizzo della mascherina o di altre protezioni: ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottate tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sè stessi e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i loro accompagnatori.

Per coloro che svolgono intensa attività motoria o intensa attività sportiva non è obbligatorio l’uso di mascherina o di altra protezione individuale durante la predetta attività fisica, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa ed il mantenimento del distanziamento sociale.

ATTIVITA’ FISICA E PALESTRE

Dal 1° giugno sono consentite anche le attività di piscine e palestre nel rispetto delle specifiche indicazioni per tali attività come da allegato 1 dell’Ordinanza Regionale.

Sono inoltre consentiti sia il volo che la navigazione da diporto: per il noleggio di unità di navigazione si applica quanto stabilito nelle Linee guida alla voce “Noleggio veicoli e altre attrezzature”.

CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE

L’accesso ai luoghi di culto deve essere contingentato in modo da evitare qualsiasi assembramento all’interno dell’edificio e nei luoghi annessi.

L’accesso ai luoghi di culto per le celebrazioni liturgiche deve avvenire indossando la mascherina o un qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca. L’accesso non è consentito a coloro che nei giorni precedenti sono stati in contatto con persone positive al Covid-19, a persone che mostrano sintomi influenzali/respiratori o con temperatura corporea pari o superiore ai 37,5° C.

Tutti i luoghi di culto devono essere igienizzati regolarmente al termine di ogni celebrazione. Nel caso in cui il luogo non sia idoneo alle celebrazioni liturgiche, le celebrazioni potranno essere tenute all’aperto, sempre nel rispetto di quanto indicato negli Allegati al DPCM del 17 Maggio.

 https://www.comune.cormano.mi.it/it/news/dal-18-maggio-le-chiese-riaprono-per-la-celebrazion

STATO FEBBRILE

I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante.

SOGGETTI IN QUARANTENA

E' fatto divieto di mobilita' dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell'autorita' sanitaria in quanto risultate positive al virus COVID-19, fino all'accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata. La quarantena precauzionale e' applicata con provvedimento dell'autorita' sanitaria ai soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di soggetti positivi al virus COVID-19 e agli altri soggetti indicati con i provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020.

RILEVAZIONE DELLA TEMPERATURA

L’Ordinanza Regionale prevede fino al 14 giugno l’obbligo da parte dei datori di lavoro  di misurare la temperatura a tutti i dipendenti e  di comunicare tempestivamente i casi sospetti all’ATS di riferimento. E’ fortemente raccomandato l’utilizzo della app «AllertaLom» da parte del
datore di lavoro e di tutto il personale.

 https://www.comune.cormano.mi.it/it/news/allertalom-l-app-di-regione-lombardia-con-le-inform 


La misurazione della temperatura dei clienti/utenti è fortemente raccomandata, mentre diventa obbligatoria in caso di accesso ad attività di ristorazione con consumo sul posto.

RIAPRONO DAL 1 GIUGNO

  • centri massaggi e centri di abbronzatura,
  • piscine,
  • palestre,
  • parchi tematici e di divertimento,
  • circoli culturali e ricreativi,
  • svolgimento di prove e attività di produzione di spettacoli dal vivo, in assenza di pubblico

nel rispetto delle specifiche indicazioni per tali attività come da allegato 1 dell’Ordinanza Regionale e nel rispetto dell’obbligo di rilevazione della temperatura corporea sui luoghi di lavoro.

RIAPRONO DAL 15 GIUGNO

  • attività di spettacolo, cinema e teatri,
  • servizi per l’infanzia e l’adolescenza ,

secondo i protocolli e le linee guida di cui al DPCM 17 maggio 2020.

https://www.comune.cormano.mi.it/it/news/centri-estivi-2020-sondaggio-di-interesse-e-informa

ANIMALI DA COMPAGNIA

All’interno delle aree cani è consentito l’ingresso con il limite di 3 persone per volta e per un massimo di 10 minuti pro capite.

Addestramento di cani, cavalli e altre specie animali.

È consentita l’attività di allenamento e di addestramento di cani e cavalli e altre specie animali in zone ed aree specificamente attrezzate, in forma individuale da parte dei proprietari degli animali assicurando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. L'attività di allenamento e addestramento è consentita anche da parte di istruttori e soggetti che hanno gli animali in affido e che operano per conto dei proprietari dei singoli animali. Il rapporto di affidamento deve essere giustificato da specifiche competenze e da un incarico legittimo che li autorizzi ad allenare e addestrare gli animali per conto dei proprietari degli animali.

L’attività di allenamento e addestramento può essere svolta in aree attrezzate (quali ZAC, centri cinofili e maneggi) o in aree all'aperto (es. boschi e parchi) idonee allo svolgimento di tali attività.

ACCOMPAGNAMENTO AL PRONTO SOCCORSO

E’ fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto.

RESIDENZE SOCIO-ASSISTENZIALI

L'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalita' e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, e' limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che e' tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

MERCATI

Sono aperti i mercati di Piazza Berlinguer e di Via Europa con le prescrizioni di sicurezza previste da Regione Lombardia.

BIBLIOTECHE

I servizi della Biblioteca riaprono gradualmente nel rispetto delle specifiche indicazioni per tali attività come da allegato 1 dell’Ordinanza Regionale e  nel rispetto dell’obbligo di rilevazione della temperatura corporea sui luoghi di lavoro.

MUSEO DEL GIOCATTOLO PRESSO IL BI’

Riapre nel rispetto delle specifiche indicazioni per tali attività come da allegato 1 dell’Ordinanza Regionale e nel rispetto dell’obbligo di rilevazione della temperatura corporea sui luoghi di lavoro.

ORTI CONDIVISI

E’ consentito l’accesso agli Orti Condivisi, esclusivamente per un ortista alla volta per la gestione dell’orto affidato. L’Associazione “Il giardino degli aromi” terrà un calendario per la prenotazione degli accessi e si occuperà di assicurare la presenza degli ortisti in fasce orarie diversificate. Nei luoghi in comune è obbligatorio l'utilizzo della mascherina.

CASE DELL’ACQUA

È possibile accedere alle case dell’acqua poste in via Molinazzo e in Piazza Berlinguer, mantenendo la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone mentre si attende il proprio turno e non toccando con le mani gli erogatori

UFFICI COMUNALI

Gli uffici comunali hanno attivato, per disposizioni di legge, il telelavoro e sono tutti operativi e contattabili dalle 8.45 alle 12.30 dal lunedì al venerdi al seguente link:

https://www.comune.cormano.mi.it/it/page/contatti-con-gli-uffici

ACCESSO AL MUNICIPIO

Eventuali appuntamenti saranno organizzati direttamente dagli Uffici e l’accesso degli utenti dovrà avvenire nel rispetto delle misure igienico sanitarie previste per il contenimento del contagio e previa rilevazione della temperatura.

SANZIONI

Salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all'articolo 650 del codice penale, le violazioni delle disposizioni del decreto del Governo, ovvero dei decreti e delle ordinanze emanati in attuazione dello stesso, sono punite con la sanzione amministrativa di cui all'articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19. Nei casi in cui la violazione sia commessa nell'esercizio di un'attivita' di impresa, si applica altresi' la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attivita' da 5 a 30 giorni.

Per l'accertamento delle violazioni e il pagamento in misura ridotta si applica l'articolo 4, comma 3, del decreto-legge n. 19 del 2020. Le sanzioni per le violazioni delle misure disposte da autorita' statali sono irrogate dal Prefetto. Le sanzioni per le violazioni delle misure disposte da autorita' regionali e locali sono irrogate dalle autorita' che le hanno disposte. All'atto dell'accertamento delle violazioni, ove necessario per impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, l'autorita' procedente puo' disporre la chiusura provvisoria dell'attivita' o dell'esercizio per una durata non superiore a 5 giorni. Il periodo di chiusura provvisoria e' scomputato dalla corrispondente sanzione accessoria definitivamente irrogata, in sede di sua esecuzione. In caso di reiterata violazione della medesima disposizione la sanzione amministrativa e' raddoppiata e quella accessoria e' applicata nella misura massima.

Salvo che il fatto costituisca violazione dell'articolo 452 del codice penale o comunque piu' grave reato, la violazione della misura di cui all'articolo 1, comma 6, e' punita ai sensi dell'articolo 260 del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265.

Linee guida
Allegato formato pdf
Scarica
Ordinanza Regione
Allegato formato pdf
Scarica