Regione Lombardia

Contributi

Ultima modifica 1 giugno 2018

ASSEGNO DI MATERNITA'

L'assegno di maternità di base, anche detto "assegno di maternità dei comuni", è una prestazione assistenziale concessa dai comuni e pagata dall'INPS (articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51).

Il diritto all'assegno, nei casi di parto, adozione o affidamento preadottivo, spetta a cittadini residenti italiani, comunitari o stranieri in possesso di titolo di soggiorno. L'assegno spetta solo entro determinati limiti di reddito.

I richiedenti non devono avere alcuna copertura previdenziale oppure devono averla entro un determinato importo fissato annualmente. Inoltre non devono essere già beneficiari di altro assegno di maternità INPS ai sensi della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

La domanda deve essere presentata entro sei mesi dalla nascita del bambino o dall'effettivo ingresso in famiglia del minore adottato o in affido preadottivo.

La domanda va consegnata all’ufficio URP, presso Spazio Comune, in via Papa Giovanni XXIII, 3 nei seguenti orari

-          Lunedì e mercoledì 8.45-12.30 e 16.00-18.00

-          Martedì, giovedì e venerdì 8.45-12.45

oppure inviata tramite PEC all’indirizzo comune.cormano@comune.cormano.mi.legalmailpa.it

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Interventi Sociali, P.zza Scurati, 1 nei seguenti orari:

  • Lunedì e mercoledì dalle 16.00 alle 18.00
  • Martedì, giovedì e venerdì dalle 8.45 alle 12.45

Tel. 0266324216

Modulo assegno di maternità

ASSEGNO AL NUCLEO FAMIGLIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI

È un assegno, concesso in via esclusiva dai comuni e pagato dall’INPS, rivolto alle famiglie che hanno figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati.

L’assegno al nucleo familiare dei comuni spetta a:

  • nuclei familiari residenti, composti da cittadini italiani e dell’Unione europea;
  • nuclei familiari composti da cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari privi di cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • nuclei familiari composti almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente, del coniuge o ricevuti in affido preadottivo;
  • nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali inferiori a quelle previste dall’indicatore della situazione economica equivalente ( ISEE) valido per l’assegno (per l’anno 2016 pari a 8.555,99 euro);
  • cittadini stranieri titolari dello status di rifugiato e di protezione sussidiaria;

cittadini extracomunitari soggiornanti di lungo periodo (articolo 13 della legge del 6 agosto 2013, n. 97 e circolare INPS n. 5 del 15 gennaio 2014).

La domanda deve essere presentata, allegando la dichiarazione sostitutiva unica (DSU), entro il termine del 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è stato richiesto l’Assegno.

La domanda va consegnata all’ufficio URP, presso Spazio Comune, in via Papa Giovanni XXIII, 3 nei seguenti orari

  • Lunedì e mercoledì 8.4512.30 e 16.00-18.00
  • Martedì, giovedì e venerdì 8.4512.45

oppure inviata tramite PEC all’indirizzo comune.cormano@comune.cormano.mi.legalmailpa.it

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Interventi Sociali, P.zza Scurati, 1 nei seguenti orari:

  • Lunedì e mercoledì dalle 16.00 alle 18.00
  • Martedì, giovedì e venerdì dalle 8.45 alle 12.45

Tel. 0266324216

Modulo domanda per assegno al nucleo famigliare con almeno tre figli minori

REI - REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE

Il ReI – Reddito di Inclusione - è una misura nazionale di contrasto alla povertà a carattere universale, che prevede un beneficio economico alle famiglie economicamente svantaggiate. Il ReI si compone di due parti:

  1. un BENEFICIO ECONOMICO, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica
  2. un PROGETTO PERSONALIZZATO di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento delle condizioni di povertà. Il progetto viene predisposto con la regia dei Servizi del Comune e prevede l'identificazione degli obiettivi da raggiungere, dei sostegni di cui il nucleo necessita e degli impegni da parte dei componenti del nucleo.

IL BENEFICIO ECONOMICO viene erogato tramite la CARTA REI, una carta di pagamento utilizzabile per:

  1.  gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito MasterCard
  2. Il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali
  3. Prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile

Il beneficio economico dura diciotto mesi. L’importo dipende dalla numerosità della famiglia e dal cosiddetto “reddito disponibile” può arrivare fino ad un massimo di circa 539,82 euro mensili.

Il beneficio del REI viene riconosciuto nella misura massima ai soli nuclei famigliari privi di altri trattamenti assistenziali.

IL PROGETTO PERSONALIZZATO: il sussidio è subordinato ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune.

Dal 1 giugno 2018 il REI sarà erogato ai nuclei famigliari che sono in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti:

- un valore ISEE in corso di validità non superiroe a € 6.000,00

- un valore ISRE ai fini REI non supeirore a € 3.000,00

- un valore del patrimonio immobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a € 10.000,00 (ridotto a € 8.000,00 per due persone e a € 6.000,00 per la persona sola)

Per accedere al REI è necessario che ciascun componente del nucleo:

- non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria.

- non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta ( sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore di persone con disabilità)

- non possieda imbarcazioni da diporto

Alla domanda, debitamente compilata, dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • Fotocopia del documento di identità in corso di validità
  • Attestazione I.S.E.E. in corso di validità completa di DSU
  • Certificato di disoccupazione, qualora sussista il caso.
  • Fotocopia del codice fiscale

Le domande saranno inserite nel sito dell’INPS in ordine cronologico, in base alla data di presentazione.

Per presentare la domanda per il REI è necessario prendere appuntamento telefonando il lunedì dalle 9.30 alle 12.30 al numero telefonico 0266324216 o 02/66324237.

MODULO CARTA REI