Regione Lombardia

Impianti di Riscaldamento

Ultima modifica 31 gennaio 2018

CONTROLLO E MANUTENZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

Le operazioni di controllo, manutenzione e verifica dell’efficienza dell’impianto termico devono essere eseguite secondo i seguenti criteri:

ü  conformemente alle prescrizioni, contenute nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’impresa installatrice dell’impianto;

ü  conformemente alle prescrizioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente o secondo le prescrizioni e con la periodicità prevista dalle vigenti normative UNI e CEI .

Le operazioni di controllo e manutenzione devono essere effettuate:

ü  ogni due anni per gli impianti termici alimentati a combustibile gassoso se di potenza nominale al focolare complessiva inferiore a 35 kW

ü  annualmente per tutti gli altri impianti termici.

La legislazione regionale individua come Ente competente per i comuni con meno di 40.000 abitanti, come il Comune di Cormano, la Città metropolitana di Milano.

L’attività di controllo del Servizio Efficienza Energetica sugli impianti termici civili si sviluppa in due fasi:

L’Accertamento Documentale, che provvede alla codifica delle Dichiarazioni di Avvenuta manutenzione-DAM consegnate dai Manutentori, al fine di programmare, secondo un ordine di priorità di sicurezza e di parametri di efficienza energetica, i successivi interventi sul territorio;

L’Attività Ispettiva sul territorio, che prevede il controllo presso gli impianti.

Il Servizio si avvale del supporto tecnico di Ispettori esterni, certificati ENEA ed ISO 9001.

Nell’ambito dei controlli, ai fini del risparmio energetico, l’ispettore svolge il ruolo di incaricato di pubblico servizio. Qualora verifichi situazioni anomale relative alla sicurezza degli impianti, deve darne comunicazione all’autorità competente, Comune e Polizia Locale.