Regione Lombardia

Manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo

Ultima modifica 18 aprile 2019

Per manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo, si intendono quelle manifestazioni musicali, sportive, danzanti o espositive (quali concerti, sagre, eventi di varia natura, mostre, etc.) rivolte al pubblico, che si svolgono in un determinato periodo, con una data di inizio e di fine precise.

L’autorizzazione ha sempre una validità temporanea ed è riferita esclusivamente ai luoghi e alle date di svolgimento indicati.

Per il rilascio dell’autorizzazione è necessario rivolgersi al Comando Polizia Locale Via dei Giovi 120, Ufficio Licenze.

Requisiti

  • possesso dei requisiti morali previsti dal R.D. n. 773/1931;
  • assenza di pregiudiziali ai sensi della legge antimafia.

In caso di utilizzo di strutture, quali tribune e sedie, o nel caso in cui la manifestazione si svolga in uno spazio chiuso, ad esempio un cortile o capannone, occorre il parere di agibilità dello spazio ai sensi dell’articolo 80 del R.D. n. 773/1931 rilasciato dalla Commissione Provinciale di Vigilanza – CPV.

Per le manifestazioni di grande rilevanza che si svolgono in spazi ampi (ad esempio piazze) e che presuppongono l'installazione di un palco e di impianti di diffusione di elevata potenza, indipendentemente dall'utilizzo o meno di impianti e strutture per lo stazionamento del pubblico (sedie, tribune, ecc.), sarà necessario sottoporre l'istanza e la relativa documentazione tecnica all'esame della CPV.

 

PER GLI EVENTI E LE MANIFESTAZIONI CHE SI SVOLGONO IN LUOGHI LA CUI CAPIENZA SARA' PARI O INFERIORE ALLE 200 PERSONE è possibile ottenere l'autorizzazione presentando una relazione a firma di tecnico abilitato attestante la rispondenza del locale/luoghi dell’impianto alle regole tecniche stabilite con D.M. 19/8/1996.

Nei due anni successivi al rilascio della relazione tecnica, qualora la manifestazione si ripeta con le medesime strutture ed impianti, la manifestazione potrà essere autorizzata direttamente dall’ufficio senza ulteriore relazione tecnica.

 

In caso di emissione di sorgenti sonore, all'istanza di autorizzazione è necessario integrare la dichiarazione delle tipologie di sorgenti sonore e relativa potenza che verranno utilizzate dall'organizzatore per la realizzazione dell'evento. Per le manifestazioni temporanee per le quali si prevede il superamento dei limiti di rumore previsti dalla normativa vigente, occorre presentare in Comune apposita richiesta di autorizzazione temporanea in deroga in materia di inquinamento acustico.

 

Presentazione della richiesta

Per il rilascio dell’autorizzazione occorre presentare (almeno 30 giorni prima dell'evento) specifica richiesta utilizzando il modulo allegato per la richiesta autorizzazione evento ed il modulo guida per la relazione tecnica/piano di emergenza, completa della documentazione necessaria

L’autorizzazione rilasciata dall’Ufficio, al termine dell’istruttoria, consente lo svolgimento della manifestazione.

 

Riferimenti normativi e regolamentari


Regio Decreto 18 giugno 1931 n. 773 - Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza TULPS (artt. 68, 69 e 80)

D.P.R. 28 maggio 2001 n. 311 – Regolamento per la semplificazione dei procedimenti relativi ad autorizzazioni per lo svolgimento di attività disciplinate dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza nonché al riconoscimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza

Deliberazione Giunta Regionale 8 marzo 2002 n. VII / 8313 - Approvazione del documento “Modalità e criteri di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione previsionale del clima acustico”.

 

DIRETTIVA SICUREZZA MANIFESTAZIONI MIN. INTERNI 18/07/2018 

 

Allegati

  • richiesta autorizzazione eventi
  • modulo guida relazione tecnica/piano di emergenza

modulo guida relazione tecnica /piano di emergenza

Allegato 156.00 KB formato pdf
Scarica

richiesta autorizzazione eventi

Allegato 117.00 KB formato pdf
Scarica