Regione Lombardia

TARI

Ultima modifica 13 giugno 2018

Rappresenta il corrispettivo del servizio di gestione dei rifiuti urbani e deve coprirne interamente i costi sostenuti (spazzamento, raccolta, trattamento e smaltimento finale dei rifiuti stessi).

La tariffa è composta di due quote:

- una quota fissa, determinata in base ai costi fissi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e calcolata in base alla superficie dei locali;

- una quota variabile, rapportata alla quantità di rifiuti prodotti.

Per le utenze domestiche la parte fissa della tariffa è rappresentata dalla superficie occupata, mentre la parte variabile è rappresentata dal numero dei componenti del nucleo famigliare.

Per le utenze non domestiche la parte fissa è attribuita alla singola utenza sulla base di un coefficiente relativo alla potenziale produzione di rifiuti connessa alla tipologia di attività per unità di superficie, mentre la parte variabile è rapportata alla quantità dei rifiuti prodotti da ciascuna utenza, ovvero alla produzione media annua per tipologia di attività.

Le utenze non domestiche sono state inserite nelle 30 categorie previste dal “Decreto Ronchi” (D.Lgs. 22/1997 e ss.mm.) determinate in relazione all’attività svolta.

REGOLAMENTO STATUTO DEL CONTRIBUENTE

REGOLAMENTO SANZIONI AMMINISTRATIVE